La storia di Chatroulette

Chatroulette e’ un sito che mette in contatto coppie random di sconosciuti italiani in conversazioni webcam. Gli utenti iniziano, in maniera quasi immediata, una chat online video, audio e testo con un altro utente. In qualsiasi momento entrambi gli utenti possono lasciare la chat corrente ed iniziare un’altra connessione.

Il primo sito di Chatroulette gratis fu creato da Andrey Ternovskiy, un ragazzo di 17 anni di Mosca, Russia. Ternovskiy dice che l’idea nasce dalle webcam chat che era solito avere con gli amici su Skype. La prima versione e’ stata progettata in due giorni e due notti. Il nome Chatroulette fu scelto dal ragazzo dopo aver visto “The Deer Hunter – Il cacciatore di cervi”, un film del 1978 ambientato nella guerra del Vietnam nel quale i prigionieri di guerra sono costretti a giocare alla Roulette russa.

Il sito di video chat free, lanciato nel Novembre 2009, dopo solo un mese raggiunse le 50000 visite giornaliere. Il nuovo modo di chattare online (ossia la webcam chat) divenne cosi’ famoso che fu menzionato nei più importanti giornali del mondo “The New York Times”, “The New Yorker”, “New York magazine”, “Good Morning America”, “Newsnight”, “Tosh.0”, e anche nel famoso show with Jon Stewart “The Daily Show”. Chatroulette fu persino parodiato nella puntata di South Park stagione 14 episodio “Tu hai 0 amici – You Have 0 Friends”. A Febbraio 2010 il sito di webcam chat raggiunse una quota di 35000 persone online in qualsiasi momento. Intorno gli inizi di Marzo, Ternovskiy stimo’ un ammontare di 1,5 milioni di utenti, approssimativamente 33% dagli USA e un 5% dalla Germania.

Il sito usa Adobe Flash per mostrare i video ed accedere alla webcam dell’utente. Interessate sapere che in una prima fase i genitori di Ternovskiy finanziarono al figlio 10000$, che presto furono ripagati abbondantemente dagli introiti che la sua Chatroulette gratis aveva generato. Da Marzo 2010 Ternovskiy seguiva il sito di chat online dalla camera da letto di infanzia, seguito in remoto da 4 programmatori ed il sito veniva pubblicizzato attraverso link pubblicitari e servizi di dating online.

Secondo uno studio informale pubblicato nel marzo 2010, la meta’ delle connessioni sulla Chatroulette gratis era con un utente proveniente dagli USA, mentre l’altra piu’ probabile era la Francia con un 15%. In media nelle chat online con una sola persona, l’89% erano maschi contro solo un 11% di femmine. Un 8% di comunicazioni avveniva con un gruppo di persone ed un 92% persone singole. 1 ragazza su 3 appariva in gruppo. Mentre solo 1 di 12 maschi appariva in gruppo. Un utente aveva piu’ probabilità’ di non incontrare nessuno, piuttosto che una ragazza. Una visualizzazione su 8 poteva mostrare un contenuto discutibile. Un utente aveva il doppio di probabilità’ di incontrare un segno richiedente nudità’ femminile rispetto ad una effettiva nudita’.

Tra le celebrità che dichiarano di aver utilizzato Chatroulette troviamo Kelly Osbourne, Daniel Tosh, Joel Madden, Nicole Richie, Kevin Smith, Paris Hilton, Ashton Kutcher, e Justin Bieber.

Lascia un Commento